Interrogazione – Demolizione stabile ex Jelmoli e lavori previsti dalla licenza edilizia

Pubblicato il Pubblicato in Interrogazioni, Legislatura 2016-2020, Piazza del Ponte

Signor Sindaco, signori Municipali,

a demolizione dello stabile ex Jelmoli conclusa si è constatato che sono stati effettuati lavori non previsti nella licenza edilizia datata 23 febbraio 2016, rinnovata nel 2018, in particolare per quanto riguarda la sistemazione del piano interrato e della soletta.

Nella licenza edilizia 23.2.2016 si può leggere che: «3.3 Seconda fase: separazione edifici (…) Il piano interrato dello stabile risulta essere staticamente separato dal posteggio pubblico sotterraneo e dalla strada cantonale, ma in collegamento con lo stesso grazie alla presenza di un portone e una serie di finestre. Queste aperture dovranno essere chiuse tramite la realizzazione di pareti in c.a. per isolare l’edificio dall’ambiente circostante. Rimarrà un solo collegamento con il parcheggio: il portone esistente. È necessario mantenere questa apertura per poter posizionare, al termine della demolizione, i puntelli per il sostegno della soletta di copertura dell’interrato. (…) [p. 7]. 3.6 Quinta fase: demolizione (…) Le parti di edificio che non verranno demolite risultano essere la parete lato passaggio pedonale coperto, la soletta di copertura del piano interrato, gli elementi in c.a. del piano cantina e le fondazioni. [p. 9]. 3.7 Sesta fase: sistemazioni finali (…) – puntellazione della soletta di copertura dell’interrato per il sostegno dei nuovi carichi di progetto; – impermeabilizzazione dell’estradosso della soletta di copertura dell’interrato; – riempimento con materiale inerte permeabile fornito dall’impresa non proveniente dalla demolizione e non contenente sostanze inquinanti; (…) [p. 9]».

Fatta questa premessa chiedo:

  1. La licenza edilizia rinnovata nel 2018 prevedeva lavori diversi da quella rilasciata nel 2016?

Si chiede la produzione della licenza edilizia rinnovata nel 2018 con il preavviso del Dipartimento del territorio.

  1. La soletta è stata demolita completamente o parzialmente?
  2. Il piano interrato è stato riempito di materiale? Se sì, si tratta di materiale proveniente dalla demolizione?
  3. Se i lavori sopra indicati sono stati realmente effettuati potete spiegare i motivi – tecnici o finanziari o altro – che hanno condotto a una simile modifica rispetto alla domanda di costruzione/demolizione del 3 settembre 2015 e a quanto spiegato alla popolazione?
  4. Se i lavori sopra indicati sono stati realmente effettuati e non fossero stati previsti nella licenza edilizia del 2016 rinnovata nel 2018, non avrebbero dovuto essere oggetto di una variante in corso d’opera?

Ringraziando per l’attenzione porgo distinti saluti.

Tiziano Fontana, CC I Verdi