INTEREPELLANZA: Ci sono rumori e rumori? Dov’è la differenza?

Pubblicato il Pubblicato in Interpellanze, Legislatura 2016-2020

Scarica l’interpellanza con gli allegati in formato pdf

Egregi signori Sindaco e Municipali,

L’ordinanza Federale contro l’inquinamento fonico(OIF) del 15 dicembre 1986 , stabilisce regole per tutelare il cittadino dai  rumori molesti ; di conseguenza anche i Comuni sono tenuti a far rispettare i vari articoli .

L’ ORDINANZA MUNICIPALE SULLA REPRESSIONE DEI RUMORI MOLESTI E INUTILI  stabilisce che:

lART. 1 SCOPO La presente ordinanza persegue lo scopo di salvaguardare la quiete pubblica attraverso la prevenzione e la repressione dei rumori molesti e inutili e la limitazione di quelli necessari.

ART. 2 PRINCIPIO 1. Sul territorio giurisdizionale del Comune di Mendrisio sono vietati i rumori, causati senza necessità alcuna o per difetti di precauzione, che possono turbare la quiete e l’ordine pubblico.

ART. 4 DOMENICA E GIORNI FESTIVI 1. La domenica e negli altri giorni festivi è vietata l’esecuzione di lavori od opere rumorosi o molesti per il vicinato.

  1. In casi particolari il Municipio, tenuto conto dei diversi interessi, può concedere deroghe su richiesta scritta e debitamente motivata.

Da oramai decenni i cittadini di Meride non sono tutelati, durante i giorni festivi, la popolazione e gli escursionisti che si recano nel parco, sono sottoposti ad un costante e fastidioso rumore proveniente dalla collina in faccia al paese, dove c’è un campo di tiro al piattello di proprietà privata.

Alcuni cittadini, tempo addietro, avevano reclamato per in rumore molesto che reca ( gli orari di allenamento e di gare sono costanti e regolari di sabato e domenica o dettate dalle festività ) ma purtroppo nessuno ha mai reagito a tale malumore della cittadinanza e dei turisti.

Le giornate sognate di relax, dove poter restare in giardino o andare a passeggiare nella pace dei suoni della natura viene  regolarmente infranto da questo rumore sgradevole, da marzo a dicembre con una frequenza regolare.

Leggendo sempre gli articoli che riguardano i rumori molesti leggo:

ART. 15 STAND DI TIRO Il Municipio, d’intesa con la società di tiro interessata, stabilisce il programma vincolante annuale delle attività di tiro e fissa gli orari d’apertura di tiro dello stand.

Allego il foglio che mi è stato consegnato con i giorni di allenamento e gare della società;

lascio a voi commentare, in alcuni mesi ci sono gare o allenamenti ogni weekend.

A tale proposito chiedo al lodevole Municipio alcune delucidazioni in merito:

Perché non è mai stata presa in considerazione la lamentela della popolazione?

Il Municipio è al corrente del disturbo che reca lo stand?

Com’è possibile che uno stand di tiro al piattello(privato) possa esistere e coesistere con il parco Unesco del San Giorgio?

Chi ha dato l’autorizzazione per effettuare con tale frequenza gli allenamenti e le gare>?

Il materiale (piattello in plastica) viene raccolto dopo gli allenamenti e le gare?

Ci sono le protezioni adeguate per gli escursionisti che passeggiano nelle zone limitrofe allo Stand?

Ci sono cartelli che segnalano la presenza dello stand e quando effettuano le gare o gli allenamenti?

Chi ha dato la licenza e a chi è spettata la competenza nel decidere il rilascio delle deleghe?

Con quale criterio è stata data la licenza e la frequenza nell’utilizzo?

Chi ha autorizzato, si è mai recato sul posto per constatare che ci sia una reale possibilità di coesistenza?

Come viene tutelato il mondo animale e vegetale nell’area dello stand?

Ringrazio per l’attenzione e attendo per le risposte,in merito alle mie domande

Per i Verdi di Mendrisio, Daniela Carrara

Scarica l’interpellanza con gli allegati in formato pdf